Utilize este identificador para referenciar este registo: http://hdl.handle.net/10362/42364
Título: Tempo libero, sport e fascismo
Autor: Serapiglia, Daniele
Palavras-chave: Fascismo
Franchismo
Salazarismo
Sport History
Volleyball Lazer
Data: 2016
Editora: BraDypUS Communicating Cultural Heritage
Resumo: Lo sport e il tempo libero si sono convertiti in uno strumento importante per l’affermazione dei fascismi latini. Pioniere fu il fascismo italiano, che li utilizzò, a livello sistematico, per assicurarsi il consenso delle masse. Sport e tempo libero, infatti, davano la possibilità di avvicinare al culto del regime anche quella parte della popolazione poco attratta dalla normale propaganda politica. Tali elementi, tuttavia, aprivano indirettamente anche spazi in cui si potevano manifestare maggiori richieste di libertà: una contraddizione che i governi delle differenti dittature cercarono di governare, spesso non riuscendoci. In questo volume, storici spagnoli, portoghesi, brasiliani e italiani studiano la relazione di tempo libero e sport con i regimi di Mussolini, Franco, Salazar e Vargas da differenti prospettive: la diplomazia culturale, la dimensione sociale, l’estetica, l’eugenetica e la propaganda. Sullo sfondo si evidenzia l’interazione ideale tra le quattro dittature, contaminata dall’idea nazista di preparazione fisica e loisir.
Descrição: UID/HIS/04209/2013 SFRH/BPD/107789/2015
Peer review: yes
URI: http://hdl.handle.net/10362/42364
ISBN: 267772742/470
ISSN: 2420-9139
Aparece nas colecções:FCSH: IHC - Livros internacionais

Ficheiros deste registo:
Ficheiro Descrição TamanhoFormato 
sport_e_fascismo_1.pdf2,84 MBAdobe PDFVer/Abrir


FacebookTwitterDeliciousLinkedInDiggGoogle BookmarksMySpace
Formato BibTex MendeleyEndnote 

Todos os registos no repositório estão protegidos por leis de copyright, com todos os direitos reservados.